Rita Bigi Falcinelli - Sito Personale

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home

Corsi e Conferenze

E-mail Stampa

Ri-Cordare

Il significato etimologico di ricordare (o ri-cordare) è “riportare al cuore”.

E, in questo caso, il cuore non va inteso sotto il profilo sentimentale, ma come una “memoria” viva e concreta capace di attualizzare, cioè di rendere nuovamente reali, le esperienze del passato.

L’ho appreso dai miei alunni, sì, sono stati loro a dimostrarmi il vero e più completo significato di “ricordare”.

Eravamo appena usciti dall’incredibile esperienza di ascolto vivo davanti all’immagine della SS.ma Trinità, quando convocai a scuola i genitori, affinché conoscessero le grandi risorse che i loro figli avevano, leggendo i testi prodotti.

Nell’aula c’erano tutti, i genitori e l’intera classe-protagonista.

A mano a mano che io andavo raccontando i preliminari relativi alle condizioni di ascolto,che caratterizzavano sempre le nostre lezioni, (penombra, immobilità, isolamento visivo,silenzio, contatto con il respiro), l’intera classe, ricordando l’evento, andava ricreando la situazione, non solo ripristinandola, ma anche trascinando nel loro ri-cordo i genitori.

Così accadde che, quando inavvertitamente la bidella, ignara della nostra presenza, aprì la porta per entrare, i genitori, costretti a lasciare bruscamente la realtà attualizzata dai loro figli, furono catapultati nella realtà del presente esteriore e cominciarono a ridere come bambini trasgressivi colti di sorpresa.

Prodigio del respiro.

Se respiriamo insieme e siamo insieme nella consapevolezza del respiro, le nostre esperienze prendono dimora stabile nel cuore e si destano a nuova vita.

Quando il respiro soffia sul ricordo, ha il potere di cancellare le categorie di tempo e di spazio.

Ecco perché i miei alunni dimorano ancora nel mio cuore anche dopo quaranta anni. Così come io dimoro nel loro cuore, indipendentemente dalla nostra razionale consapevolezza.

Il filo del nostro respiro ci unisce come un cordone ombelicale che nessuna forbice può recidere e che unisce insieme anche tutti coloro con i quali io ho respirato.

Tutti i miei alunni e chiunque abbia partecipato ai miei corsi, sono tra loro fratelli e in quanto tali dovrebbero conoscersi e riconoscersi, perché sono uniti dallo stesso respiro, dallo stesso alito che crea vita.

Materiale

Per i miei alunni, e nel ri-cordo dei miei alunni, in questa pagina pubblico un po' del materiale raccolto negli anni e riguardante i corsi di formazione e le conferenze a cui ho partecipato e/o che ho organizzato, in particolare:

Cliccate pure sui collegamenti sopra per scaricare e visualizzare il materiale a cui siete interessati. Sentitevi liberi di segnalarci la vostra opinione, commenti, idee. Sarò felice di leggerle e valutarle.



Aggiungi questa pagina al tuo Social Network preferito
Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 

Parliamo di...